Rsa

La Casa Serena – Leffe è una Fondazione di diritto privato Onlus (senza scopo di lucro) ai sensi dell’art. 3 della Legge Regionale 13 febbraio 2003 n. 1 e riconosciuta con D.G.R. n. VII/16274 del 06.2.2004.

Dove Siamo

Sita nel centro del Comune di Leffe (Bg) ed aperta nel 2001, la Fondazione è stata progettata tenendo conto delle vigenti normative in materia di sicurezza, di residenze collettive e soprattutto assistenza socio-sanitaria ed è quindi in possesso degli standard strutturali necessari all’autorizzazione al funzionamento.

Cosa offriamo

Disponiamo di 103 posti letto per anziani parzialmente o totalmente non autosufficienti accreditati presso la Regione Lombardia in regime di convenzione con il S.S.N.. Ospitiamo prevalentemente persone anziane in età pensionabile, ma possono anche essere ospitate persone di età inferiore che si trovino in condizioni di incapacità a condurre una vita autonoma.

Non disponiamo di “Nucleo Protetto”/”Posti Letto Alzheimer Accreditati”.

I servizi offerti dalla Struttura e compresi nel costo della retta di degenza, a titolo esemplificativo e non esaustivo, sono:

  • Assistenza della persona: aiuto ad alzarsi e coricarsi dal letto, igiene personale e vestizione, bagni assistiti, deambulazione, aiuto ai pasti (viene garantito all’Ospite un bagno completo settimanale e/o infrasettimanale all’occorrenza).
  • Assistenza infermieristica: somministrazione terapie, prelievi per esami, medicazioni.
  • Assistenza medica con servizio di reperibilità notturna e festiva.
  • Servizio di telemedicina cardiologica sia per i controlli di routine che per le emergenze h 24.
  • Riabilitazione/ Fisioterapia: l’attività è svolta prevalentemente in palestra e nei Nuclei per gli allettati o per terapia occupazionale; i trattamenti individuali si concentrano sul recupero della forza muscolare, dell’articolarità e dell’autonomia dell’Ospite avvalendosi delle attrezzature presenti (verticalizzatore, standing, ruota, scale, letto bobath, parallele, cyclettes, pedaliere, ecc.) e integrando con terapia fisica (T.E.N.S., ionoforesi e ultrasuoni, tecarterapia, etc).
  • Animazione: il servizio offre varie attività ludiche, creative, ricreative e di stimolazione sensoriale con progetti individualizzati legati al MMSE.
  • Il servizio di ristorazione è gestito, nel rispetto della normativa sull’igiene dei prodotti alimentari HACCP, direttamente con cucina collettiva e personale addetto, con piatti differenziati in rapporto alle esigenze dietetiche-sanitarie individuali, prescritte dai medici e secondo i menù settimanali concordati con l’ATS che si allegano alla presente.
  • Consulenza in materia di nutrizione: Dietista e Logopedista, per la disfagia.
  • Servizio podologico.
  • Parrucchiere, manicure e pedicure a mezzo di volontari qualificati.
  • Trasporti per le visite di carattere sanitario e non e attività ricreative come da Regolamento allegato.
  • Il servizio di lavanderia, stireria, etichettatura e rammendatura degli indumenti personali degli Ospiti è effettuato interamente da una società esterna specializzata dietro corresponsione di una somma aggiuntiva alla retta.
  • Custodia denaro e valori dell’Ospite.
  • Servizio religioso.
  • Sala del commiato.

103

Disponiamo di 103 posti letto per anziani parzialmente o totalmente non autosufficienti

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Per maggiori info e richieste Vi invitiamo a contattare gli Uffici al numero 035 731544 dal Lunedi al Venerdi dalle ore 09:00 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 16:00.

Modalità di presentazione della domanda di ricovero e criteri per l’accesso

LE MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Per poter essere ospitati presso la Nostra Struttura vi sono differenti procedure a seconda che l’interessato sia residente in uno dei Comuni dell’Ambito di Albino; sia residente in un Comune appartenente ad altro Distretto oppure sia già ricoverato presso un’altra R.S.A. del C.U.P. o fuori C.U.P. e quindi si tratti di trasferimento.

A. Modalità per gli Utenti residenti nei Comuni dell’Ambito di Albino

I Comuni dell’Ambito sono: Albino, Alzano Lombardo, Aviatico, Casnigo, Cazzano Sant’Andrea, Cene, Colzate, Fiorano al Serio, Gandino, Gazzaniga, Leffe, Nembro, Peia, Pradalunga, Ranica, Selvino, Vertova e Villa di Serio.

La domanda di accesso dev’essere compilata dall’anziano o proprio familiare (oppure Tutore o Curatore o Amministratore di sostegno) presso l’Ufficio Servizi alla Persona del Comune di residenza e in questa sede l’interessato può esprimere la propria preferenza fra le 9 R.S.A. facenti parte del C.U.P..

L’Assistente Sociale accoglie la domanda e predispone le azioni per la necessaria valutazione sociale e sanitaria della situazione del richiedente; compila il Progetto sociale e assistenziale individualizzato (P.A.I) e la scheda Ricovero definitivo in RSA-Sosia Sociale. Il P.A.I. deve essere inoltre corredato dalla Scheda Sanitaria compilata dal Medico curante comprensiva della Scheda CIRS e PSMS.

La documentazione viene inviata quindi dall’Assistente Sociale alla R.S.A. e dovrà essere corredata da esami specifici come da Nostre indicazioni. Per consentire una valutazione più accurata degli esami e della situazione sociale-sanitaria e per redigere un’apposita Scheda SoSIA contenente i dati sociali e la categoria Sosia assegnata, il futuro Ospite viene successivamente invitato ad effettuare una visita presso la Direzione Sanitaria della Nostra R.S.A. in cooperazione con l’Assistente Sociale, il quale trasferirà al medico della R.S.A. le notizie che ritiene utili e/o partecipando alla visita.

La domanda così completa viene in fine inviata al C.U.P. della Società Servizi Sociosanitari Valseriana s.r.l. per l’inserimento nella Lista d’attesa.

B. Modalità per gli Utenti residenti nei Comuni fuori Ambito

La richiesta di ricovero è gestita direttamente dalla Nostra R.S.A..

L’anziano o proprio familiare (oppure Tutore o Curatore o Amministratore di sostegno) deve presentare formale richiesta di ricovero mediante apposita modulistica, da ritirare presso l’Ufficio Amministrativo oppure da scaricare dal portale web, alla quale viene richiesto di allegare esami di laboratorio, una Scheda Sanitaria compilata dal proprio Medico curante ed una Scheda Sociale.

I moduli sono i seguenti:

  • Domanda di ricovero: la si può scaricare qui
  • Modulo per utenti non residenti nell’Ambito: lo si può scaricare qui
  • Informativa per il Medico curante: la si può scaricare qui
  • Scheda Sanitaria: la si può scaricare qui
  • Elenco esami obbligatori per l’accesso: lo si può scaricare qui   ⇐ si consiglia di effettuare gli esami in argomento in prossimità dell’ingresso
  • Scheda Sociale: la si può scaricare qui

Una volta acquisita tutta la documentazione suddetta, il Direttore Sanitario dopo una valutazione della documentazione prodotta, può chiedere all’interessato di sottoporsi ad una visita medica, invitandolo presso l’ambulatorio dell’Ente.

Questo atto medico è fondamentale per:

  • accertare l’idoneità del futuro Ospite a vivere in comunità;
  • stabilire il suo grado di autosufficienza.

La domanda così completa viene in fine inviata al C.U.P. della Società Servizi Sociosanitari Valseriana s.r.l. per l’inserimento nella Lista d’attesa.

C. Modalità per gli Utenti ricoverati presso altre R.S.A.

La nostra Fondazione accetta anche domande di trasferimento di Utenti già ricoverati presso altre R.S.A. ed in particolare:

Residenti nell’Ambito

  1. L’anziano (oppure familiare o Tutore o Curatore o Amministratore di sostegno dell’interessato) residente presso uno dei Comuni dell’Ambito di Albino e ricoverato in una R.S.A. sempre dell’Ambito deve presentare istanza su carta libera corredata da esami di laboratorio, copie di documenti d’identificazione e dal FaSAS compilato dal Direttore Sanitario della Struttura di attuale ricovero. La domanda così presentata sarà inserita in una Lista d’attesa separata e parallela rispetto a quella gestita dal Centro Unico di Prenotazione di Servizi Sociosanitari Valseriana s.r.l..
  2. L’anziano (oppure familiare o Tutore o Curatore o Amministratore di sostegno dell’interessato) residente presso uno dei Comuni dell’Ambito e ricoverato in una R.S.A. fuori Ambito deve seguire la procedura di cui al punto A e pertanto affidarsi all’Ufficio Servizi alla Persona del proprio Comune di residenza. La documentazione completa, visionata e valutata dalla Direzione Sanitaria, verrà inviata dagli Uffici Amministrativi al C.U.P. della Società Servizi Sociosanitari Valseriana s.r.l. per l’inserimento nella Lista d’attesa specificando che si tratta di trasferimento.

Qualora l’interessato abbia accettato il ricovero presso altra struttura unicamente per motivi di urgenza sanitaria e/o assistenziale, la nostra R.S.A. terrà valida la domanda di trasferimento mantenendo il medesimo punteggio attribuito dal C.U.P. in fase di domanda.

Residenti fuori Ambito

L’anziano (oppure familiare o Tutore o Curatore o Amministratore di sostegno dell’interessato) residente presso uno dei Comuni fuori Ambito e ricoverato in una R.S.A. sia dell’Ambio che Fuori Ambito deve seguire la procedura di cui al punto B. La documentazione completa, visionata e valutata dalla Direzione Sanitaria, verrà inviata dagli Uffici Amministrativi al C.U.P. della Società Servizi Sociosanitari Valseriana s.r.l. per l’inserimento nella Lista d’attesa specificando che si tratta di trasferimento.

⇒ Per tutte le pratiche e le procedure preliminari all’ingresso non viene chiesto alcun corrispettivo.

I CRITERI PER L’ACCESSO

La Lista d’attesa è gestita in osservanza al Regolamento del Centro Unico di Prenotazione (C.U.P.) “Modalità di collaborazione tra enti per la gestione dei ricoveri definitivi di persone anziane nelle R.S.A. dell’Ambito di Albino” approvato da tutte le R.S.A. aderenti e da una graduatoria disgiunta parallela interna alla Nostra R.S.A. relativa alle domande di trasferimento di Utenti Residenti in Comuni dell’Ambito Valle Seriana già ricoverati presso R.S.A. del Distretto.

La graduatoria per la Nostra R.S.A. è l’insieme di cinque classifiche. La classifica viene compilata rispettando la seguente sequenza e priorità:

  1. Residenti nel Comune di Leffe (il presente requisito è ritenuto soddisfatto dall’anziano che risiede nel Comune di Leffe da almeno due anni dalla data di presentazione della domanda presso l’Ufficio Servizi alla Persona del Comune);
  2. Residenti nel Comune di Peia (come da specifica convenzione);
  3. Residenti nei Comuni dell’Ambito di Albino (tra cui quelli del Comune di Leffe ma non in possesso del requisito di residenzialità);
  4. Residenti negli Ambiti limitrofi (Valle Seriana Superiore e Bergamo);
  5. Residenti Al di fuori dei Comuni specificati.

La Nostra struttura non possiede un Nucleo Protetto tale da tutelare pazienti affetti dalla Malattia di Alzheimer con capacità motorie conservate.

RSA community è lo strumento che la ATS di Bergamo mette a disposizione di RSA, medici e cittadini per la gestione delle disponibilità e delle opportunità di ricovero della popolazione anziana autosufficiente e non autosufficiente.

Area Documentale

Carta dei Servizi R.S.A.
Regolamento interno per gli Ospiti
Carta dei diritti e dei doveri
Regolamento per l’accesso agli atti
Rette di degenza 2020
Indicazioni utili per l’accesso per Nuovi Ospiti e i loro Familiari
Disposizioni in materia di lavaggio degli indumenti - dal 01.11.2020