NOVITA’

Decreto Legge n. 122 del 10/09/2021

Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario-assistenziale.

Art. 2
Estensione dell’obbligo vaccinale in strutture residenziali, socio-assistenziali e socio-sanitarie

1. Al decreto-legge 1° aprile 2021, n. 44, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 maggio 2021, n. 76, dopo l’articolo 4 e’ inserito il seguente:
«Art. 4-bis (Estensione dell’obbligo vaccinale ai lavoratori impiegati in strutture residenziali, socio-assistenziali e socio-sanitarie). – 1. Dal 10 ottobre 2021, fino al 31 dicembre 2021, termine di cessazione dello stato di emergenza, l’obbligo vaccinale previsto dall’articolo 4, comma 1, si applica altresi’ a tutti i soggetti anche esterni che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attivita’ lavorativa nelle strutture di cui all’articolo 1-bis.
2. Le disposizioni di cui al comma 1 non si applicano ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.

SALVO ACCORDI SPECIFICI PRESI CON I NOSTRI OPERATORI, 
L’ACCESSO DEI MEZZI DEVE SEMPRE AVVENIRE DAL RETRO STRUTTURA E GLI ORARI SONO :
DAL LUNEDI AL VENERDI
DALLE ORE 09,00 ALLE ORE 12,00 E
DALLE ORE 14,00 ALLE ORE 16,00

SI INVITA A CONTATTARE LA STRUTTURA PER ESIGENZE PARTICOLARI D’ACCESSO

Nel periodo emergenziale COVID-19 tutti i soggetti chiamati ad intervenire in struttura dovranno indossare obbligatoriamente e correttamente mascherina facciale (tipologia senza valvola di tipo almeno chirurgico) oltre che effettuare l’igienizzazione delle mani con gel alcolico messo a disposizione dalla struttura.

Viene richiesto di non recarsi presto la struttura in presenza di febbre o altri sintomi influenzali anche al fine di evitare il respingimento.

 

INDICAZIONI PER INTERVENTI TECNICI PER I QUALI NON È RICHIESTO L’ACCESSO ALLA STRUTTURA NE’ E’ PREVISTO IL CONTATTO CON ALTRI SOGGETTI

Il presente paragrafo fa riferimento agli interventi per i quali non è previsto l’accesso alla struttura, ma solamente ai locali tecnici quali locali pompe, locali caldaie, locali con generatori.

Il tecnico e/o la usa azienda, i cui interventi non sono cadenzati periodicamente, deve informare la struttura sulla esatta data e ora dell’intervento. Una volta concordato data ed ora dovrà identificarsi all’accesso ed avvisare della propria presenza rispettando le prescrizioni di cui al punto precedente. Il tecnico dovrà indossare mascherina senza valvola e guanti e non è consentito l’accesso ai locali aziendali.

INDICAZIONI PER INTERVENTI TECNICI PER I QUALI È RICHIESTO L’ACCESSO ALLA STRUTTURA ED E’ PREVISTO IL CONTATTO CON ALTRI SOGGETTI

Il tecnico e/o la sua azienda deve informare gli uffici amministrativi sulla esatta data/ora/tipologia dell’intervento. Una volta concordato data e ora dovrà identificarsi e recarsi presso l’accesso dedicato dal retro della struttura (vedasi planimetria in calce), lasciando l’automezzo fuori dai locali posti al piano seminterrato. Raggiunge quindi a piedi il piano terra ed accede dall’ingresso principale dove il termoscanner rileverà la temperatura.

In caso di temperatura pari o superiore a 37.5°, non sarà consentito al tecnico di accedere nei locali aziendali.

In caso di temperatura inferiore a 37.5° il tecnico dovrà:

  • igienizzarsi le mani con gel alcolico messo a disposizione (igienizzazione anche degli eventuali guanti già indossati);
  • verificare di indossare correttamente la mascherina (se non in possesso o se danneggiata l’azienda ne fornirà una tipologia chirurgica);
  • compilare il modulo Mod. CoV-05 “Triage accessi utenti esterni” fornito dal personale della struttura;
  • indossare copricapo, camice, sovra-scarpe e guanti monouso qualora richiesti dalla tipologia di interventi (tali dispositivi verranno forniti dalla Fondazione);
  • mantenere sempre, laddove possibile, la distanza di sicurezza dagli altri soggetti presenti in azienda;
  • nello svolgimento dell’intervento attenersi alle indicazioni del personale permanendo nei locali aziendali per il minor tempo possibile;
  • in caso di bisogno di acqua o altre bevande far richiesta al personale senza recarsi in zone break previste all’interno dell’azienda;
  • sanificarsi spesso le mani con gel alcolici messi a disposizione dalla Fondazione;
  • ai tecnici è fatto divieto l’utilizzo degli ascensori; in caso di necessità di trasporto di strumenti/attrezzi, gli stessi dovranno essere posti nell’ascensore e il tecnico dovrà premere il pulsante del piano desiderato.

Il soggetto esterno, dopo aver ultimato l’intervento richiesto, dovrà procedere alla svestizione eliminando i presidi utilizzati presso l’area dedicata, sita in prossimità dell’uscita. Una volta all’esterno, il soggetto segue lo stesso percorso effettuato all’ingresso.  La mascherina non potrà essere eliminata all’interno della struttura.